youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Edison Efficienza Energetica

Edifici a energia quasi zero (nZEB): a che punto siamo in Italia?

18 Ottobre 2019

L’osservatorio nazionale Enea ha curato l’analisi dei dati. Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto sono le regioni con il maggior numero di edifici nZEB in Italia.

Entro il 2021, tutti gli edifici nuovi o soggetti a una ristrutturazione di primo livello dovranno essere a fabbisogno di energia quasi zero (near Zero Energy Building, nZEB). Per i nuovi edifici pubblici, comprese le scuole, la scadenza è anticipata al 2019.

In particolare sono considerati nZEB gli edifici ad altissima prestazione energetica, nei quali il bilancio tra energia consumata e prodotta è vicina allo zero.

Si tratta di un mercato ancora giovane, ma come evidenzia l’Osservatorio nZEB dell’ENEA, i numeri stanno crescendo rapidamente: la stima al 30 giugno 2018 è di 1.400 edifici nZEB in tutta Italia, contro i 600 censiti nel 2107. Si stima inoltre che oltre 130 edifici pubblici, prevalentemente non residenziali, saranno ristrutturati a livello nZEB verosimilmente prima del 2020, a fronte di incentivi nazionali e regionali erogati.

La distribuzione territoriale è molto marcata, con più dell’85% degli edifici nZEB presenti in sole 11 Regioni.

 Distribuzione territoriale Edifici nZEB

Numero di edifici nZEB in 11 Regioni Italiane (gennaio 2016 – giugno 2018), Osservatorio nZEB ENEA

 

Per 5 Regioni sono poi disponibili ulteriori informazioni di dettaglio, basati sull’elaborazione dei dati degli Attestati di Prestazione Energetica (APE) dei catasti regionali, che permettono di evidenziare una tendenza molto marcata per quanto riguarda la tipologia di edifici realizzati.

Si tratta, in gran parte, di edifici di nuova costruzione (90%) e ad uso residenziale (85%) ma non mancano, seppure pochi, casi esemplari di ristrutturazione a livello nZEB, soprattutto di edifici scolastici. 

 

Edifici a energia quasi zero

 

Come si realizzano gli edifici nZEB?

L’efficienza energetica degli edifici è diventata una prerogativa in fase costruttiva, ma può essere realizzata anche con un’opera di ristrutturazione mirata e mantenuta con un’attività di manutenzione costante. Le Amministrazioni Locali hanno oggi a disposizione numerose soluzioni che permettono di raggiungere l’obiettivo dell’azzeramento dei consumi energetici, dall’adozione dei più evoluti sistemi tecnologici edificio-impianto all’utilizzo dei modelli di progettazione e modellazione energetica in BIM e BEMS

Per la realizzazione degli edifici nZEB è importante adottare, infatti, un approccio integrato che prenda in considerazione sia l’involucro che l’impiantistica. Al fine di contenere gli sprechi ed utilizzare in maniera razionale le risorse, l’involucro degli edifici nZEB, deve prevedere:

  • soluzioni moderne per il corretto isolamento;
  • la coibentazione di infissi e pavimenti;
  • schermature solari;
  • alta impermeabilità;
  • utilizzo di materiali sostenibili. 

Per quanto concerne l’impiantistica, invece, le tecnologie più usate per realizzare edifici nZEB sono le pompe di calore elettriche per la possibilità di coprire più servizi energetici e, se abbinate al solare fotovoltaico, di incrementare la percentuale di energia prodotta da fonti rinnovabili. 

 

Come si amministrano gli edifici nZEB?

L’amministrazione condominiale di questi immobili – di nuova costruzione o frutto di ristrutturazione –  e più in generale di tutti edifici ad alta efficienza energetica richiede particolari competenze tecniche e gestionali. Gli edifici NZEB sono progettati per garantire il massimo confort con il minimo dei consumi, tuttavia un approccio sbagliato o un uso non corretto possono vanificare ogni sforzo. I condòmini vanno informati e supportati. Ci si ritrova inoltre ad amministrare un edificio unico sotto tanti punti di vista, che necessita di una gestione e manutenzione centralizzata, e non un insieme di appartamenti. 

Questi ed altri temi saranno affrontati in occasione della Fiera Condominio Sostenibile, che si terrà a Verona, dal 20 al 22 Ottobre dove Edison sarà presente con le proprie proposte e la propria offerta completa per la Riqualificazione Energetica dei Condomini.



Hai bisogno di aiuto?

Lasciaci il tuo riferimento: un nostro consulente ti contatterà al più presto e ti aiuterà a trovare quello che stai cercando.