youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Edison Efficienza Energetica

Efficienza energetica e pianificazione territoriale: Edison e il Fondo Ambiente Italiano ne hanno parlato nel talk La rigenerazione del patrimonio culturale e urbano

9 Dicembre 2019

 

Lo scorso 26 novembre abbiamo ospitato presso le Officine Edison a Torino, in sede dell’Energy Center, una tavola rotonda dal titolo “La rigenerazione del patrimonio culturale e urbano”, a cui hanno partecipato Alberto Pasanisi, Responsabile Smart Territories and Cities Divisione Servizi Energetici e Ambientali di Edison, Silvia Casagrande, Research Development & Innovation Edison, Maurizio Rivolta, Vice Presidente del FAI e Andrea Lanzini, Dipartimento Energia Politecnico di Torino. Il talk, moderato da Gabriele Beccaria (La Stampa) è stato organizzato da Edison e il FAI, per raccontare come l’efficienza energetica e la pianificazione territoriale e urbana siano motori di evoluzione delle città e di conservazione intelligente dei beni culturali e del patrimonio della collettività.

 

Edison e il FAI sono partner virtuosi in un comune impegno a favore del territorio per creare valore per le comunità locali contribuendo fattivamente alla salvaguardia dei luoghi e delle realtà di interesse sociale, culturale e turistico per le persone che ci vivono e che lo visitano e frequentano.

 

Edison e FAI per la rigenerazione del patrimonio culturale italiano

 

Il primo passo per l’efficienza energetica è legato alla consapevolezza di come si consuma. Per questo motivo, Edison, che si avvale delle più evolute tecniche di modellizzazione e delle tecnologie digitali per il monitoraggio e l’analisi dei dati, sta installando nei principali siti storici del FAI sistemi digitali di smart audit. Lo smart audit è una diagnosi energetica innovativa in grado di rilevare e analizzare i consumi evidenziando le aree di miglioramento negli usi energetici, gestire da remoto le regolazioni e indirizzare gli interventi sia per evitare gli sprechi sia per sostituire apparecchiature obsolete o rimodellare le modalità̀ di utilizzo dell’energia abbattendo costi ed emissioni e riducendo quindi l’impatto ambientale.

 

In particolar modo l’uso di strumenti digitali può essere messo al servizio di una pianificazione sostenibile e di una programmazione di interventi di rigenerazione urbana che consentano una valorizzazione dei centri storici delle città e che abbiano ricadute positive per gli stakeholder che operano nel territorio.

 

Edison ha recentemente condotto con il Politecnico di Torino e la Ricerca e Sviluppo di EDF, uno studio su un quartiere del centro storico di Torino, partendo da una mappatura dei consumi energetici ed una fotografia degli attestati di certificazione energetica. Lo studio ha portato ad individuare 3 scenari possibili e 3 principali tipologie di interventi in 10 anni, a seconda dell’investimento che si intende sostenere, tenendo in considerazione anche le ricadute in termini occupazionali sul territorio.

 

Edison inoltre si rende promotore nei territori in cui opera di un concetto più sostenibile di mobilità. Per questo motivo doterà alcune aree parcheggio della Fondazione FAI con le colonnine per la ricarica di auto elettriche a disposizione dei numerosi visitatori e dei dipendenti FAI.

 

Le sedi FAI interessate dagli interventi Edison sono Villa Panza e il Monastero di Torba a Varese, Villa dei Vescovi a Luvigliano, frazione di Torreglia, Padova, il Castello e Parco di Masino a Masino, frazione di Caravino, Torino e Villa Necchi Campiglio a Milano.


Hai bisogno di aiuto?

Lasciaci il tuo riferimento: un nostro consulente ti contatterà al più presto e ti aiuterà a trovare quello che stai cercando.