youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Edison Efficienza Energetica

Fotovoltaico per le Aziende? Una strada da fare insieme

31 Ottobre 2019

 

Se hai deciso di investire nelle energie rinnovabili per dare un’immagine “verde” alla tua azienda e allo stesso tempo risparmiare dei soldi in bolletta, un impianto fotovoltaico è la soluzione giusta per te. Servono pochi giorni per installare un impianto da 20kW, poco bisognoso di manutenzione durante l’anno e con un’efficienza energetica che si mantiene su livelli accettabili per un lungo arco di tempo (dopo 25 anni un impianto fotovoltaico genera ancora l’85% di energia).

Sono previste numerose agevolazioni economiche e fiscali per l’installazione di impianti nelle aziende, in misura maggiore se contestualmente realizzato alla rimozione di amianto. Per un impianto medio-piccolo il ritorno degli investimenti è di soli cinque anni, grazie alla minor spesa garantita dall’autoconsumo e l’immissione in rete dell’energia prodotta in eccesso.

Tuttavia la diffusione del fotovoltaico nelle aziende, siano esse piccole aziende o grandi complessi industriali, ha ancora molta strada da fare. Il Gestore dei servizi energetici (GSE S.p.A) ha recentemente rilasciato un rapporto statistico sul fotovoltaico in Italia (Link al report in pdf), con gli ultimi dati aggiornati al 2018 e diverse considerazioni, inquadrando lo stato di sviluppo e i trend di settore.

Nel 2018 gli impianti fotovoltaici in esercizio in Italia hanno prodotto 22.654 GWh di energia elettrica, con un calo del 7% rispetto all’anno precedente. Osservando l’andamento della produzione degli impianti nel corso del 2018, emerge il primato di produzione dei mesi centrali; luglio, in particolare, è il mese caratterizzato dalla maggiore produzione (3,0 TWh).

 

produzione annuale impianti fotovoltaici in Italia

 

Altri dati fotografano una situazione ben precisa degli impianti fotovoltaici in Italia: alla fine del 2018 il numero totale degli impianti era esattamente di 822301 impianti fotovoltaici, pari potenza complessiva di 20108 MW. Il numero degli impianti installati nel 2018 è cresciuto rispetto quelli installati nel 2017 (+9,8%), così come la potenza installata (+6,2%).

 

Tuttavia la loro tipologia varia moltissimo, soprattutto in rapporto alla potenza dei singoli impianti: gli impianti di piccola taglia (potenza inferiore o uguale a 20 kW) sono infatti circa il 90% circa del totale (pur generando solo il 21% della potenza installata). Gli impianti di grandi dimensioni (potenza uguale o superiore a 1000 kW) sono solo 1137. Le nuove installazioni di impianti grande potenza sono state soltanto 2 nel 2018.

 

variazione annuale degli impianti fotovoltaici in Italia

Osservando le serie storiche relative alla potenza installata e al numero di impianti possiamo notare come dal 2011 al 2013 vi sia stata un’impennata molto veloce, frutto degli incentivi predisposti dal governo italiano per l’installazione di impianti fotovoltaici. I valori si sono poi assestati negli ultimi anni.

 

Evoluzione potenza e numero degli impianti fotovoltaici

 

Come possiamo notare la curva del numero di impianti è più ripida della curva della potenza installata, questo perché la stragrande maggioranza dei nuovi impianti entrati in esercizio si tratta per lo più di installazioni domestiche, quindi di bassa potenza. La taglia media annua (in kW) diminuisce infatti di anno in anno.

 

Media Annua sulla taglia degli impianti Fotovoltaici

 

Conseguentemente quasi tutti gli impianti italiani (801.586 impianti su 822.301, pari al 97,5%) sono collegati alla rete a bassa tensione.

Questa divisione si rispecchia nei dati relativi alla distribuzione di numero e potenza degli impianti installati nei vari settori. Quello industriale, pur avendo la più grande produzione lorda (11567 GWh) e la più grande potenza installata (9812 MW), vede un minor numero di impianti.

 

Classe energetica e settore di attività

 

Potenza degli impianti per classe e settore di attività

 

Secondo gli ultimi dati rilasciati da Terna, il settore industriale è quello che consuma più energia in assoluto. Nel 2018 tutta l’industria ha richiesto 126432 GWh, con un aumento dello 0,7% rispetto all’anno scorso. Il settore industriale comprende la manifattura di base (siderurgica, chimica, materiali da costruzione) e la manifattura non di base (alimentare, tessile, meccanica, mezzi di trasporto), oltre all’industria delle costruzioni e quella dell’energia. Appare evidente come il fotovoltaico, con i suoi 11567 GWh, contribuisca solo in minima parte al soddisfacimento dei consumi energetici del settore.

 

Consumi energetici e produzione di energia fotovoltaica

 

La quota è destinata ad aumentare, soprattutto al calare dei costi della tecnologia fotovoltaico e all’aumentare dell’efficienza e della potenza erogata, in modo da poter contribuire sostanzialmente al risparmio energetico anche nelle realtà industriali.

Grazie agli incentivi e a una tecnologia sempre più raffinata, gli impianti fotovoltaici acquisiranno sempre più spazio nelle aziende italiane, anche nell’ottica di un percorso transizione energetica dalle risorse non rinnovabili e inquinanti a quelle sensibilmente più sostenibili. I pannelli solari inoltre entreranno in un percorso sostenibile di recupero una volta finito il loro ciclo vitale.

 

 

Articolo a cura di DataTalk.



Hai bisogno di aiuto?

Lasciaci il tuo riferimento: un nostro consulente ti contatterà al più presto e ti aiuterà a trovare quello che stai cercando.