youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Edison Efficienza Energetica

Il Servizio al Cliente e al Territorio di Edison durante il Covid19

6 Maggio 2020

 

Ieri oggi e domani: come il Covid19 ha impattato sul nostro modo di lavorare e sul concetto di prossimità al Cliente e a Territorio.


I racconti dal Territorio in un periodo di trasformazione del nostro Servizio al Cliente. Le storie raccontate dai colleghi che operano nell’area mercato pubblica amministrazione, con le testimonianze dalla prima linea, negli ospedali e nelle aziende sanitarie.

 

Edison Servizi Energetici e Ambientali è una Divisione fatta di professionisti che sta dimostrando di essere capace di reagire anche a situazioni emergenziali e difficili, come l’epoca del contagio da Covid-19. In tutti questi mesi ogni nostro settore, da quelli in prima linea, coinvolti nel supporto agli ospedali e strutture sanitarie a quelli meno visibili, coinvolti nei siti industriali e nella gestione dei rifiuti, ma ugualmente necessari e fondamentali, è riuscito adattarsi rapidamente per fornire soluzioni impreviste al Cliente e al Territorio.

Salute e sicurezza sono due valori cardine per Edison e sono una costante di queste storie e testimonianze.

 

Lombardia, unità operativa numero2.

Massimiliano Agostinelli è il responsabile dell’Unità operativa numero 2 che lavora sul territorio lombardo, una delle zone più colpite da corona virus. L’unità 2 ha in carico 8 Aziende Sanitarie territoriali e 2 istituti di ricerca, il San Gerardo di Monza, l’ospedale Sacco di Milano e il Gaetano Pini: 100 persone, fra tecnici e operatori, e altre 50 di ditte in appalto.

La Lombardia è una regione con dieci milioni di abitanti, motore economico trainante, che si è rivelata la maglia nera del contagio, con numeri di decessi molto alti e con una propagazione del virus che ha lasciato stupiti anche gli esperti.

«Riceviamo richieste che ci arrivano non solo dall’oggi al domani, ma anche dall’oggi per oggi – spiega Agostinelli -: nuovi reparti vengono creati anche nelle sale di aspetto e gli impianti esistenti devono essere adattati.  Dobbiamo convertirli e farli diventare impianti che consentono la degenza a personale»

  Ascolta la testimonianza di Massimiliano Agostinelli

 

Un viaggio da Nord a Sud

La seconda voce è quella di Fabio Portugalli, che gestisce un’area vasta: «Diciamo che parte dal Nord e arriva giù fino al Sud – ci dice -. Il tutto per un totale di 23 ospedali e circa 250 presidi sanitari esterni». La struttura prevede 5 figure di Contract Manager, 7 capi commessa e 130 operativi, dislocati su tutto il territorio in maniera omogenea. Qui l’andamento del virus è stato più a spot, dentro una dinamica più rallentata rispetto alla Lombardia. Ma gran parte del lavoro è anche quello di essere pronti a fronteggiare la rapidità dell’accensione di situazioni di crisi.

Una cosa è certa – sostiene Portugalli -: nelle testimonianze che stiamo raccogliendo risalta con forza la prontezza di Edison e il senso di responsabilità nella vicinanza al territorio».

Fabio Portugalli racconta così come vede il futuro del servizio al cliente.

  Ascolta la testimonianza di Fabio Portugalli

 

Trentino Alto-Adige: ospedali e case popolari

Alessandro Zaninello ha la responsabilità operativa del Nord Est, proprio nel settore della PA, amministrazioni sanitarie, amministrazioni pubbliche locali e enti che gestiscono case popolari. Il Triveneto, all’inizio della pandemia, ha visto dei casi di forte focolaio, per poi allinearsi ai numeri medi nazionali. «Siamo organizzati sul territorio con squadre e tecnici – spiega Zaninello -: i servizi che eroghiamo sono la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti e degli edifici e i servizi di riqualificazione energetica». Zaninello vuole ringraziare i suoi operativi, perché a volte, soprattutto nelle chiamate domestiche, è capitato loro di trovarsi a contatto con persone contagiate o in quarantena.

  Ascolta la testimonianza di Alessandro Zaninello

 

Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia

Siamo nell’Unità Operativa 1 e il responsabile delle Operation qui è Alberto Portugalli. Il servizio viene erogato alle Aziende Ospedaliere e alle Asl di Novara, Vercelli, Verbano Cusio Ossola, Melegnano e Martesana: 14 presidi ospedalieri e circa un centinaio di poliambulatori territoriali. «Abbiamo riunito i nostri interventi per aree omogenee, perché come ben potete immaginare soprattutto in Piemonte e Val d’Aosta la vastità del territorio può diventare problematica in alcuni casi. Abbiamo 60 unità operative, fra dipendenti e subappaltatori e prestiamo servizio solo ed esclusivamente alle Aziende Ospedaliere».

«Ritengo che Edison abbia dimostrato e dimostrerà fino al termine dell’emergenza serietà e professionalità, ma soprattutto prontezza nell’affrontare le criticità – sostiene Portugalli -. Siamo e saremo un esempio per tutte le Aziende Ospedaliere che speriamo si ricordino degli sforzi che stiamo facendo».

  Ascolta la testimonianza di Alberto Portugalli

 

 

Edison al fianco del territorio per salute e sicurezza