youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Edison Efficienza Energetica

Urban Digitalization alla mostra Smart City 2019 – People, Technology, Materials

Articoli

Notizie, aggiornamenti e appuntamenti dedicati ai temi dell’efficienza energetica

Ultimo contenuto

Edison NEXT

Redazione

Long form

Articoli immersivi per affrontare i temi della transizione energetica

Storie di successo

Crescita sostenibile e nuovi modelli di business raccontati dai nostri Clienti

Video

Reportage e interviste che raccontano i nostri servizi e le nostre persone

Podcast

Storie, interviste e contenuti audio per riflettere su un futuro sostenibile

La mostra Smart City 2019 durante la Digital Week milanese è stata l’occasione per parlare di Urban Digitalization e definire il ruolo del digitale nella progettazione del territorio e della smart city futura.

Urban Digitalization – il ruolo chiave del digitale nella progettazione delle nostre città: dibattito animato da Silvia Botti, Direttore di Abitare, con la partecipazione di P. Quaini, Direttore Divisione Servizi Energetici e Ambientali di Edison; M. Mandarini, Architetto; D. Bettini, Giornalista; D. Agazzi, Policy Advisor Comune di Milano

La mostra Smart City 2019 – People, Technology, Materials, luogo fisico di incontro della Digital Week milanese è stata l’occasione per parlare di “Urban Digitalization”, il ruolo del digitale nella progettazione del territorio e della smart city. Questo tema lanciato da Edison ha coinvolto architetti, giornalisti e istituzioni in un dibattito, partendo dalla programmazione territoriale fino all’evoluzione delle tecnologie e degli stili di vita che governeranno la trasformazione della società nella città del futuro.

Il primo passo fondamentale per parlare di smart city è riconoscere che le competenze specifiche “verticali” non sono sufficienti a dare una risposta compiuta ai bisogni attuali e futuri, ma è necessario lavorare insieme in maniera trasversale lasciando che la contaminazione delle competenze e delle culture sia l’anima di un nuovo modo di intendere lo sviluppo delle nostre città e dei nostri territori.

Dobbiamo essere in grado di produrre un “nuovo rinascimento” in cui la smart city è la piattaforma di condivisione dell’intelligenza collettiva che guida la trasformazione dei nostri spazi fisici e virtuali in luoghi environmental friendly e economically affordable, ma anche semplici e accessibili. Le tecnologie non sono un problema perché sono disponibili e accessibili economicamente, le barriere da superare sono invece spesso di carattere culturale, burocratico e normativo.

Architetto Mandarini alla mostra Smart City 2019

Le istituzioni pubbliche hanno un ruolo fondamentale, che devono imparare a comprendere ed interpretare, e che è quello di guida di questa evoluzione.

Milano lo sa bene perché è oggi fucina di idee e di attività, iniziative pilota e modelli operativi di condivisione e collaborazione con tutti gli stakeholder. L’operatore privato dal canto suo è disponibile, ha competenze, esperienza e capitali da investire nel cambiamento. E’ però necessario che ognuno faccia sempre di più per promuovere il Partenariato Pubblico/Privato e per imparare a lavorare insieme in un’ottica di crescita comune.

La costruzione delle nostre città nasce da una programmazione e progettazione territoriale condivisa: Edison come operatore parte di un grande gruppo internazionale conosce – e può mettere a disposizione – gli strumenti/tools digitali (la City Platform, per esempio) che possono supportare le istituzioni locali nella elaborazione di scenari evolutivi di policy; ma anche le modalità e gli strumenti di programmazione all’interno della Pubblica Amministrazione stanno cambiando. Accanto alla programmazione, anche la gestione dei sistemi cittadini può essere testata e facilitata dalla realizzazione di digital twins, modelli che, mutuati dal mondo industriale, permettono di stressare e diagnosticare l’operatività di un sistema per potere comprendere concretamente come migliorarlo. Tutto può essere analizzato in questo modo non solo ciò che è “visibile” sopra il manto stradale, ma anche i sistemi che vivono sotto il manto stradale e che costituiscono il cuore pulsante della città. In conclusione: gli strumenti non mancano e se si condividono obiettivi, visioni e valori i risultati saranno sicuramente positivi.

L’auspicio per il futuro è che ciascuno interpreti al meglio il proprio ruolo di proponente e co-creatore di soluzioni, per fare in modo che esse nascano come qualche cosa di condiviso perché tanto più le idee e le azioni sono compartecipate, tanto più saranno in grado di dare risposte concrete ai bisogni delle generazioni presenti e future di cittadini.

Da oggi diventiamo Edison NEXT, il tuo partner per la transizione ecologica e la decarbonizzazione. Entra in contatto con noi e scopri come iniziare il tuo percorso di trasformazione.

Scopri Edison NEXT Scopri Edison NEXT