youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Edison Efficienza Energetica

I bisogni dei Comuni italiani: ecco i risultati della survey di Edison

Una sensibilità diffusa ma ancora piuttosto variabile sui temi dell’efficienza energetica.

È quanto emerge da un questionario che Edison ha distribuito agli amministratori locali in occasione della 34° assemblea annuale dell’Anci (Associazione nazionale comuni italiani), finalizzato a far emergere i bisogni dei comuni su questo tema, sul grado di conoscenza della materia e sulla tipologia di interventi implementati sui territori. In totale sono state realizzate circa cento interviste che hanno consentito di scoprire alcuni elementi interessanti.

Questionario Edison rivolto agli amministratori locali

Necessità e lacune

Il sondaggio ha quindi messo in luce alcune necessità ma anche lacune da parte di sindaci, assessori e consiglieri comunali in relazione alle azioni di efficienza energetica implementabili, sia di natura strutturale – come la riqualificazione di edifici o la costruzione di impianti di teleriscaldamento – sia di tipo formativo e informativo. La Pubblica Amministrazione ha infatti il bisogno di rigenerare immediatamente il proprio patrimonio urbano pubblico e, al contempo, di aumentare il proprio livello di coscienza e conoscenza, sia teorico che operativo, sugli strumenti contrattuali e finanziari che favoriscono la realizzazione di interventi specifici. Un bisogno che sarebbe senza dubbio più facile da soddisfare se le amministrazioni fossero affiancate da operatori qualificati nella definizione di una precisa roadmap per la valorizzazione del proprio territorio.
Nello specifico, in tema di efficientamento energetico del patrimonio, la maggior parte degli interventi realizzati dalle amministrazioni locali ha riguardato la riqualificazione dell’illuminazione pubblica ed energetica degli edifici, l’installazione di impianti di produzione da fonti rinnovabili e la gestione e manutenzione degli immobili di proprietà pubblica. Di minor interesse per i comuni sono invece la realizzazione di reti di teleriscaldamento, l’installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici e la ricostruzione del patrimonio edilizio pubblico.

Scarsa conoscenza degli strumenti

I bisogni dei comuni italiani all'Assemblea Anci

Interessante è anche l’analisi sulla conoscenza, da parte delle Pubbliche Amministrazioni, degli strumenti a loro disposizione per l’implementazione di progetti di efficientamento: il 50% del campione non sa dell’esistenza di operatori nel settore energetico quali le Energy Service Company (ESCo) e, tra coloro che invece ne è a conoscenza, solamente il 54% ne ha fatto o ne sta facendo uso.

"Percentuale

Percentuale degli intervistati che conoscono o meno le società ESCo.
Fonte: EDISON

Il 60% degli intervistati ha inoltre dichiarato di essere informato in merito al contratto di partenariato pubblico/privato (PPP) e al finanziamento di questo attraverso lo strumento del Project Financing (finanza di progetto). Meno del 20%, invece, conosce l’Energy Performance Contract (EPC) che, sebbene molto utile, si rivela ancora oggi uno strumento poco diffuso. Infine, il 65% degli amministratori, più della metà degli intervistati, ha fatto ricorso a contributi economici pubblici nell’ambito della realizzazione di opere pubbliche.

Intervistati checonoscono l’esistenza di contributi economici pubblici per interventi di efficientamento

Percentuale degli intervistati che sono a conoscenza dell’esistenza di contributi economici pubblici per la realizzazione di interventi di efficientamento.
Fonte: EDISON

L’indagine, pur rappresentando un limitato campione della realtà del nostro territorio, suggerisce però l’esistenza di un interessante potenziale di efficientamento e soprattutto di margini ampi di collaborazione tra operatori pubblici e privati nell’ambito di percorsi di partenariato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Hai bisogno di aiuto?

Lasciaci il tuo riferimento: un nostro consulente ti contatterà al più presto e ti aiuterà a trovare quello che stai cercando.